Home IN EVIDENZA La Confettata sicura e innovativa

La Confettata sicura e innovativa

La confettata è un elemento che è possibile trovare a ogni matrimonio, e anche chi non la vorrebbe alla fine finisce per farla perché gli invitati se la aspettano. E’ una di quelle tradizioni che si ripetono invariate da decine di anni come il lancio del bouquet anche se ci sono tanti modi per renderlo originale.

Tradizioni che se portate avanti solo perché “devo farlo” perdono di significato e non fanno altro che appesantire il tuo matrimonio rendendolo l’ennesima replica. Io sono Chiara Gori di Matrimonio 5 sensi e in quanto specialista delle nozze coinvolgenti tramite la stimolazione dei sensi degli invitati, lasciami dire che non sono d’accordo. Un matrimonio organizzato sul “devo fare questo e quello anche se non mi piacciono” avrà un pessimo impatto sui tuoi invitati. Così come proporre loro idee viste e straviste sui portali o su internet solo perché ritenute scelte sicure. Gli invitati odiano vedere sempre le stesse cose, si annoiano. Vogliono essere stupiti. Vuoi scoprire come innovare la confettata? Continua a leggere.

QUAL è IL VERO GUSTO DEL CONFETTO?

Ad oggi purtroppo si è perso quello che dovrebbe essere il VERO senso della confettata: assaggiare dei confetti BUONI e di alta qualità, delizie che è possibile mangiare solo in rare occasioni.

Rispondi a questa domanda – Faresti mai un matrimonio con hamburger, pizza e patatine? Immagino di no, eppure spesso le marche di confetti proposte per il tuo matrimonio sono le stesse che puoi trovare sulle aree di sosta in autostrada e in alcuni casi sono ancora peggio.

Sarà capitato anche a te di andare in matrimoni con confettate dove i confetti erano durissimi e tutti con lo stesso sapore. Se non avessi avuto il gusto scritto non saresti riuscita a capirne il sapore. Ti svelo un segreto se noti che lo strato di zucchero è troppo spesso (per essere giusto dovrebbe essere così sottile da sciogliersi in bocca) le motivazioni sono due: o serve a coprire un gusto troppo amaro o una scarsa qualità delle materie prime. In entrambi i casi è stata una pessima scelta di confetti. Come se non bastasse, in questi casi i prodotti sono realizzati con aromi e conservanti chimici che, se ingeriti, producono acidità lasciando disturbata la digestione degli ospiti. Proprio un bel ricordo da lasciare ai tuoi invitati, non trovi?

I 3 PROBLEMI DELLE CONFETTATE TRADIZIONALI

Quello che si è evidenziato negli anni è l’esistenza di tre grandi problemi per quanto riguarda le classiche confettate:

  • Assalto alla confettata: dopo pochi minuti i confetti sono finiti e il tavolo è stato devastato
  • Angolo trascurato: in un ricevimento importante spesso la confettata non è in linea con l’alto valore del ricevimento e ne abbassa il livello
  • Niente di nuovo: E’ una cosa già vista, ormai banale e sempre uguale al punto che a volte gli sposi pensano di non farla rischiando di deludere gli invitati che invece se l’aspettano.

In realtà ce n’è anche un quarto importantissimo a cui probabilmente non hai pensato, continua a leggere per scoprire quale.

QUANTI CHILI MI SERVONO PER LA CONFETTATA?

Questa sembra essere l’unica domanda che la maggior parte degli sposi si pone circa i confetti. Sui portali del matrimonio trovi scritto che si calcolano 15 confetti per invitato o, in alternativa, 100 grammi a testa. La quantità di confetti in realtà dipende da diversi fattori, infatti non tutti i confetti hanno la stessa dimensione, né lo stesso peso. Ti servono solo per la confettata o anche per le bomboniere? Hai pensato anche di portarne un po’ in ufficio per festeggiare? Li metterai a disposizione per chi ti viene a trovare a casa durante la preparazione? Hai verificato la capienza dei sacchettini che hai a messo a disposizione per la tua confettata self service? Sono tutte variabili, ma non dovrebbe essere questo il tuo pensiero principale se hai a cuore i tuoi invitati e se vuoi che tutti abbiano un buon ricordo delle tue nozze.

LA CONFETTATA E IL PERICOLO DI CONTAMINAZIONI

Il covid e le restrizioni anti contagio che ne sono seguite hanno però messo in evidenza anche la scarsa igiene e il pericolo di contaminazioni prima di tutto del buffet, ma a seguire anche della confettata. Una contaminazione che, già in tempi non sospetti andava a impattare negativamente sugli intolleranti al lattosio o sui celiaci. Ai miei sposi consiglio sempre di inserire nelle partecipazioni di far sapere, assieme alla propria presenza o meno, se si hanno allergie o intolleranze di cui è bene tenere conto. Purtroppo però non basta acquistare uno/due gusti gluten free ed essere “a posto con la coscienza”. Bisogna anche fare in modo che questi gusti restino incontaminati.

L’igiene è un argomento su cui tanti chiudevano gli occhi o a cui non pensavano, gli esempi sono molteplici dal prendere i confetti con le mani (chissà dove erano state prima), al far cadere i confetti sul tavolo e ributtarli dentro ai vasi. Dall’usare la stessa posata per confetti normali e quelli speciali (gluten free o lactose free), a quelli esposti all’aria aperta già ore prima del loro momento (un festino per insetti, pollini e rametti).

Che dire poi di quelli che prima di prendere i confetti sono passati dal buffet di dolci e sbriciolano sopra i vasi? E’ un comportamento molto pericoloso per chi ha intolleranze alimentari.

Ma più discutibile di tutti è il comportamento di quei fornitori che comprano a inizio anno grossi quantitativi di confetti e li tengono lì in magazzino da vendere appena possono durante l’anno. Questi “venditori” di confettate sono poi gli stessi non ti fanno nemmeno assaggiare i gusti e ti vendono un prodotto di bassissima qualità ad un prezzo molto alto. Hai presente quando nei vasi vedi i confetti che sono crepati? Ecco è un chiaro segnale che non sono stati conservati correttamente.

Come qualsiasi cibo i confetti vanno conservati nella maniera adeguata e ci sono certificati apposta (Licenza Somministrazione Alimenti e Bevande) che deve avere chi poi li metterà nei vasi.

  • Chiara, ma che ci vuole? Versi un po’ di confetti qui, un po’ di confetti là, metti qualche candela, tiro fuori dalla borsetta le targhettine dei gusti –
  • …ecco, no! –
  • Magari lascio fare alla fiorista che tanto mi ha messo la confettata inclusa. –
  • Ottima idea, giusto un paio di domande. Quei confetti che usa per la tua confettata quando li ha comprati? Sei sicura che li abbia conservati accuratamente? Per maneggiare i fiori indossava i guanti? Si è lavata accuratamente le mani prima di toccare i confetti? –
  • Chiara, ma quante domande mi fai, io non posso pensare a tutte queste cose –
  • Perfettamente d’accordo con te, ma sappi che per manipolare i confetti servono degli opportuni certificati come l’haccp, io non li ho (e infatti se ne occupa uno dei miei fornitori di fiducia), e il tuo fiorista li ha? –

Quindi riassumendo, non va bene farli disporre da tua mamma o dalla tua fiorista (ammesso che non abbiano haccp e il SAB).

COME FARE UNA CONFETTATA A NORMA DI LEGGE

La classica confettata self service al momento, non è più possibile, né consigliabile farla per evitare contagi.

Ma non preoccuparti, non sei costretta a rinunciarvi, noi di Matrimonio 5 sensi www.matrimonio5sensi.com ci teniamo a farti vivere una giornata senza precedenti, in totale sicurezza. Fra i servizi innovativi che abbiamo selezionato come nostri partner c’è quello del Sommelier dei confetti. Professionisti esperti che oltre a curare con attenzione, competenza ed esperienza ogni aspetto importante: qualità, immagine e gestione della confettata, fanno vivere un’esperienza unica ai tuoi invitati! Una figura sempre presente che risolve tutte le esigenze e le problematiche connesse alla confettata.

Il sommelier dei confetti è infatti la prima figura specializzata nella degustazione guidata dei confetti selezionati tra le migliori produzioni italiane.

Attraverso il “METODO DULCIS” dà vita ad una vera e propria attrazione e propone degustazioni di confetti selezionati, in abbinamento con specifiche pietanze e bevande, integrandole anche in vari momenti della cerimonia e del pasto. Questo percorso degustativo sensoriale è adatto agli sposi che vogliono coinvolgere e stupire i propri ospiti, presenta un nuovo modo di vivere il confetto, coinvolgente e sicuro per tutti.

Questo per te si traduce nella possibilità di offrire ai tuoi invitati un intrattenimento unico e coinvolgente, evitare che gli ospiti tornino a casa delusi perché si aspettavano di più dal matrimonio ed evitare di spendere soldi per qualcosa che non soddisfa le loro aspettative.

Ora hai capito tutte le problematiche possibili connesse alla confettata? Se vuoi essere certa di realizzare una confettata curata in ogni dettaglio, personalizzabile in base alle tue esigenze e che sia anche innovativa, sicura per tutti e a norma di legge contattami a info@matrimonio5sensi.com

(Alcuni stralci dell’articolo provengono dal blog de Il Sommelier dei confetti)

Chiara Gori